WebCam

Seleziona una lingua

Torna indietro

A Marina di Loano “Fai il pieno di motori, non di alcol” contro l’abuso di alcolici tra i giovani

Il mondo delle motociclette e dei motori per la tutela della salute e per sensibilizzare i giovani circa l’uso e l’abuso di alcolici. Sabato primo aprile Marina di Loano ospiterà “Fai il pieno di motori, non di alcol”, una giornata dedicata alla prevenzione e alla tutela della salute organizzata dall’Asd Krav Maga Parabellum con il patrocinio e la collaborazione dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano, Marina di Loano, Csen Savona e il Ser.T. di Albenga dell’Asl2 savonese.

La manifestazione è rivolta agli studenti delle scuole e ha lo scopo di sensibilizzare gli adolescenti riguardo la problematica del consumo (e l’abuso) di sostanze alcoliche. L’iniziativa rientra nell’ambito del più ampio progetto “Vivi il tuo futuro 2.0” di Krav Maga Parabellum, che ha l’obiettivo di prevenire e contrastare quei comportamenti che gli adolescenti possono attuare e che andrebbero a ledere la loro salute psicofisica attraverso il consumo di alcol, di stupefacenti, di sostanze dopanti, senza dimenticare il bullismo e le violenze domestiche.

Il progetto ha visto la luce ad ottobre scorso sul circuito del Mugello, durante lo svolgimento degli ultimi due round del Campionato Italiano di Velocità, mentre il presidente di Krav Maga Parabellum Davide Carosa si trovava in visita al pilota laziale del Civ Luigi Morciano. Proprio in quell’occasione è nata l’idea di organizzare una manifestazione in cui le motociclette e i motori fossero protagonisti non solo in pista, ma anche nel veicolare ai giovani messaggi importanti in ambito di prevenzione e tutela della salute.

Sottoposto all’attenzione della direzione di Marina di Loano, dell’amministrazione comunale di Loano, del Sert dell’Asl2 savonese e del comitato provinciale di Csen, l’iniziativa ha ottenuto il patrocinio congiunto di tutti gli enti e le realtà coinvolte.

Alla giornata prenderà parte anche il Team Fc Corse e il Team Di.Di (Diversamente Disabili), che è la prima e unica associazione in Italia che si occupa di (ri)avvicinare al mondo delle due ruote i ragazzi disabili e che durante il fine-settimana del Gran Premio di Francia della MotoGp disputerà una gara sul circuito di Le Mans.

La location scelta per lo svolgimento della giornata è l’area parcheggio di Marina di Loano, dove dalle 10 alle 18.30 verrà allestito un “mini paddock” in cui i ragazzi potranno vivere e respirare le emozioni del mondo delle corse vedendo da vicino le moto, i piloti ed i team delle diverse categorie del Campionato Italiano Velocità. Saranno presenti le moto del mondiale Moto2 dell’ItalTrans Racing Team, il Team As Motorport (impegnato nel Campionato Italiano di Velocità Supersport) e il Pro Al Racing Team (impegnato nel Campionato Italiano Motorally e a rally raid internazionali) e i Motoclub di Loano, Albenga, Alassio, Villanova d’Albenga e i Loabikers. Impegnati anche i team Chris41, Marzo31, Emy39, Dany71 e 100% Gigio.

Verranno create quattro distinte aree: nella prima verrà montato un palco dal quale i diversi ospiti che prenderanno parte alla giornata racconteranno la loro esperienza dal punto di vista sportivo e forniranno la loro testimonianza personale circa l’importanza della prevenzione e della tutela della salute che dal punto di vista sportivo. La seconda area sarà dedicata al tema della sicurezza stradale e vedrà l’intervento della Polizia Stradale e della Polizia Municipale. Nella terza area si potranno conoscere le attività del comitato regionale ligure della Federazione Motociclistica Italiana. Nella quarta e ultima area, infine, sarà allestito un gazebo presso il quale saranno disponibili materiali informativi riguardanti il problema dell’alcool tra i giovani.

“L’abuso di alcol (o Binge Drinking) è un fenomeno che negli ultimi anni ha interessato un sempre maggiore numero di giovani e adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 17 anni – spiegano da Krav Maga Parabellum – Secondo le statistiche, i ragazzi bevono principalmente per facilitare l’inserimento e l’integrazione nel gruppo di coetanei mostrandosi maggiormente disinibiti e loquaci . Tale abitudine, però, comporta non solo rilevanti rischi per la salute, ma espone i ragazzi al rischio di comportamenti pericolosi per loro stessi e per gli altri. Tra questi, il più comune è certamente il porsi alla guida di mezzi (ciclomotori ed autoveicoli) in stato di ebbrezza”.

Protagonista principale della giornata, dunque, saranno il mondo delle corse motociclistiche ed i suoi piloti, che costituiscono un esempio a cui i giovani (e specialmente quelli appassionati di motori) possono guardare per avere un corretto comportamento dal punto di vita del consumo di alcolici.

“Per emergere – spiega il presidente di Krav Maga Parabellum Davide Carosa – un pilota deve avere determinazione, consapevolezza e voglia di crescere. Queste sono le stesse caratteristiche alle quali devono attingere le nuove generazioni per non incorrere in comportamenti e attitudini sbagliate e dannose per loro stessi e per gli altri”.

Collaborano all’iniziativa: il comitato di Loano della Croce Rossa Italiana; il Gruppo Intecomunale di Protezione Civile e Aib di Toirano, Boissano e Loano; il Collegio Infermieri Ipasvi di Savona; il Coordinamento Infermieri Volontari Emergenza Sanitaria (Cives); il comitato regionale Liguria del Comitato Italiano Paralimpico (Cip); l’Associazione Vecchia Loano; la sezione di Albenga, Villanova d’Albenga e Alassio dell’Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia; la scuola di danza del ventre “Negma e le Stelle d’Oriente”; l’Asd Outdoor Thunder.

CreditsEdinet - Realizzazione Siti Internet